Italiano

Protesta della Generazione Precaria Portoghese

APARTITICA, LAICA E PACIFICA

– Per il diritto al lavoro! Per il diritto all’educazione!

– Per il miglioramento delle condizioni di lavoro e la fine della precarietà!

– Per il riconoscimento delle qualifiche, competenze ed esperienza, tramite stipendi e contratti degni!

Perché non vogliamo esse tutti costretti a emigrare, trascinando il paese verso una maggiore crisi economica e sociale!

Manifesto

Noi, disoccupati, “cinquecent’euristi” e altri mal remunerati, schiavi travestiti, lavoratori subcontrattati, contrattati a tempo, falsi lavoratori indipendenti, lavoratori saltuari, stagisti, borsisti, studenti-lavoratori, studenti, madri, padri e figli di Portogallo.

Noi, che fino adesso siamo stati conniventi con questa condizione, siamo qui, ora, per dare il nostro contributo nel senso di permettere un cambiamento qualitativo del paese. Siamo qui, ora, perché non possiamo continuare ad accettare questa situazione precaria, per la quale siamo stati trascinati. Siamo qui, ora, perché ci sforziamo ogni giorno per meritare un futuro che sia dignitoso e ci porti stabilità e sicurezza in tutti gli ambiti della nostra vita.

Protestiamo in modo che tutti i responsabili per la nostra attuale situazione d’incertezza, cioè, politici, datori di lavoro e noi stessi, possiamo agire, insieme, verso un cambiamento veloce di questa realtà che, è diventata insostenibile.

Al contrario:

a) Si defrauda il presente perché non abbiamo l’opportunità di concretizzare il nostro potenziale, bloccando il miglioramento delle condizioni economiche e sociali del paese. Si sprecano le aspirazioni di tutta una generazione che non può prosperare.

b) S’insulta il passato perché le altre generazioni hanno lavorato per il nostro accesso all’educazione, per la nostra sicurezza, per il nostro diritto al lavoro e la nostra libertà. Si sprecano due decenni di sforzo, investimento e dedicazione.

c) S’ipoteca il futuro che, si prevede senza educazione di qualità per tutti e senza pensioni giuste per chi lavora tutta una vita. Si sprecano le risorse e competenze che potrebbero portare il paese al successo economico.

Siamo la generazione con il più alto livello di formazione nella storia del paese. Perciò, non ci lasciamo abbattere della stanchezza, neanche della frustrazione o della mancanza di prospettive. Crediamo di avere le risorse e strumenti per dare un futuro migliore a noi stessi e al Portogallo.

Non protestiamo contro le altre generazioni. Semplicemente non siamo, né vogliamo essere in attesa che i problemi si risolvano. Protestiamo per una soluzione della quale vogliamo fare parte.

Manifesto della Generazione Precaria – italiano (pdf)

(Traduzzione: Francisco Venes)

6 respostas a Italiano

  1. Pingback: Cosa succede in Portogallo (e cosa ci siamo persi in Italia) - Bartleby

  2. Pingback: Cosa succede in Portogallo (e cosa ci siamo persi in Italia) | opinioni interessanti

  3. Pingback: Cosa succede in Portogallo (e cosa ci siamo persi in Italia) | Giap

  4. i. diz:

    cuidado! attenzione!!! tradução em italiano é TRADUZIONE, com um z.

  5. Pingback: Die Brücke » Geração à rasca: la generazione dei precari

  6. Pingback: Die Brücke » Portogallo: crisi e protesta dei precari

Deixe uma Resposta

Preencha os seus detalhes abaixo ou clique num ícone para iniciar sessão:

Logótipo da WordPress.com

Está a comentar usando a sua conta WordPress.com Terminar Sessão / Alterar )

Imagem do Twitter

Está a comentar usando a sua conta Twitter Terminar Sessão / Alterar )

Facebook photo

Está a comentar usando a sua conta Facebook Terminar Sessão / Alterar )

Google+ photo

Está a comentar usando a sua conta Google+ Terminar Sessão / Alterar )

Connecting to %s